giovedì 19 gennaio 2017

Torta Russa

Torta semplice e veloce, ma buonissima. La faccio da tanti anni e non mi stanca mai. Se vi piacciono le mandorle e gli amaretti questa torta fa proprio al caso vostro. Io tendo ad aumentare un po' le dosi di amaretti e mandorle per ottenere un gusto più intenso, e vi descrivo qui  esattamente come l'ho realizzata io.

LE FOTO RIPORTANO IL NOME DEL MIO PRECEDENTE BLOG DI CUCINA
"In Cucina con Tommy"
Torta Russa
Ingredienti (Per una tortiera del diametro di 28 cm)
1 confezione di pasta sfoglia rotonda
200 gr di burro a temperatura ambiente
200 gr di zucchero
3 uova
200 gr di amaretti
180 gr di mandorle
270 gr di farina 
1 fialetta di aroma mandorla
1 bustina di lievito per dolci
 (io normalmente sostituisco il normale lievito per dolci con cremor tartaro unito a bicarbonato)
Torta Russa
Preparazione:
Ho tolto il burro dal frigo almeno due ore prima di iniziare la preparazione della torta.
Per l'impasto io ho utilizzato la planetaria con il gancio a foglia, ma si può benissimo fare tutto a mano con una ciotola e un cucchiaio di legno.
Ho messo nella ciotola il burro ammorbidito e lo zucchero, e ho mescolato fino ad ottenere un composto spumoso. 
Con il macinino ho ridotto gli amaretti a farina e le mandorle a granella (o a farina, fate come vi piace di più, a me piace sentire i pezzettini piccoli di mandorla all'interno della torta).
Ho aggiunto amaretti e mandorle macinati al composto di burro e zucchero e ho mescolato bene.
Ho aggiunto poi tutti gli altri ingredienti (uova, farina, aroma e lievito) continuando a mescolare fino ad avere un composto omogeneo e morbido.
Ho imburrato e infarinato una tortiera con cerchio apribile ed ho messo sul fondo anche della carta forno, così risulta più facile spostare la torta, una volta cotta, sul piatto di portata.
Ho steso la pasta sfoglia infarinandola leggermente e l'ho adagiata sul fondo della tortiera lasciando parecchi centimetri in più rispetto al diametro del fondo..
Ho versato il composto sulla pasta sfoglia e con l'aiuto di una spatola l'ho livellato e distribuito su tutto il fondo. Con le mani ho raccolto il bordo di pasta sfoglia eccedente portandolo verso il centro della torta sopra all'impasto. La torta deve essere coperta dalla pasta sfoglia solo per alcuni centimetri sul bordo e il centro deve invece rimanere scoperto. 
Avevo nel frattempo preriscaldato il forno a 180° C funzione ventilato.
Ho infornato la torta per circa 45 minuti. La pasta sfoglia deve risultare bella dorata.
Trascorso il tempo necessario ho fatto la prova stuzzicadente e una volta verificata l'assenza di umidità al centro della torta, ho spento il forno, lasciando la torta al suo interno per una decina di minuti.
Ho sfornato la torta e l'ho trasferita sul piatto di portata e subito dopo l'ho spolverizzata con zucchero a velo.
A mio avviso va servita e gustata solo dopo che si è completamente raffreddata.
 Ciao.....

Nessun commento:

Posta un commento